Log in

A+ A A-

S.Marinella: L'incredibile storia dei marciapiedi.

Oramai siamo oltre l'incredibile, siamo arrivati al paradosso. Di questi giorni la notizia circolata da prima sui social e poi sui giornali che danno evidenza di quello che sembra essere l'ennesimo incredibile paradosso targato giunta Bacheca. Infatti il 15 dicembre alle ore 16:58 terzobinario.it pubblicava un articolo dove il Sindaco e l'assessore dichiaravano l 'avvio del rifacimento dei marciapiedi di Via Aurelia ambo i lati – ha dichiarato il Sindaco – da Piazza Civitavecchia fino alla stazione ferroviaria di Piazzale Matteotti, ed avrà una durata di alcuni mesi. Saranno posizionate le nuove piastrelle congiuntamente ad elementi di arredo urbano.
Si tratta di un progetto molto importante per la riqualificazione del centro urbano che si concluderà entro qualche mese” (fonte terzobinario.it).

Sempre da terzobinario l'assessore ai lavori pubblici dichiarava: “Dopo una serie infinita di permessi ed autorizzazioni, siamo riusciti ad avviare il cantiere – ha aggiunto l’assessore Bronzolino – che riqualificherà l’intero centro urbano della città. Cercheremo, attraverso una programmazione mirata e puntuale, di non incidere in maniera negativa ne sul traffico veicolare, ne tantomeno per quanto riguarda la sicurezza dei pedoni ed i fruitori dei negozi.

A completare il coro in un accordo di DO maggiore arrivava la terza voce, quella di Marongiu che affermava (sempre fonte terzobinario.it) “L’obiettivo è quello di restituire ai cittadini un centro urbano finalmente riqualificato – ha concluso l’assessore Marongiu – e questo sarà di giovamento anche per i numerosi esercizi commerciali presenti lungo la Via Aurelia.
Sono convinto che anche il nuovo look sarà più gradito e piacevole a coloro che si recheranno quotidianamente presso gli esercizi commerciali presenti, senza dimenticare il progetto dei dehors, anch’esso pensato ed approvato per promuovere, valorizzare ed incentivare il turismo”.

Ora tralasciando il fatto che questi lavori sono arrivati in concomitanza con le festività creando disagi a cittadini e commercianti, sembra che ORA, ADESSO! i lavori si siano bloccati. L'azienda che li stava svolgendo si è ritirata. Non fidandomi molto delle chiacchiere sono andato come mio solito a fare una ricerca ed ho trovato l'appalto in questione QUI avendo poi letto di un ribasso di circa il 30% sono andato a cercarmi la risultante del bando ed ho trovato questo.

Non dico altro, a voi far di conto e rifletterci sopra sealed

Sta di fatto che sono un paio di giorni che operai e mezzi non si vedono più lavorare, rimangono però metri e metri di transenne che per un momento mi hanno confuso perchè mi ero convinto di aver sbagliato strada e di essere su via delle colonie! Poi il Gigi Bar mi ha riportato alla realtà e mi sono reso conto di essere in pieno centro cittadino. Ma come mai siamo davanti all'ennesima impresa che smonta baracca e burattini e se ne va?

Io a più riprese scrissi con non poca preoccupazione denunciando le critiche condizioni finanziare del nostro comune, ma ovviamente ne il delegato al bilancio ne nessun altro mi ha dato risposte esaustive. Giusto una rispostina che poneva sul tavolo una mezza ammissione dicendo Si, c'è qualche debito ma abbiamo più crediti che debiti. Ma la mia domanda rimane sul tavolo: E' vero che il comune ha fatto 8 milioni di anticipo cassa e ben 4 milioni di fatture non pagate? Se qualcuno mi risponde mi fa una cortesia personale.

Ed ecco che questa mia domanda per la quale sono stato accusato di essere il solito lupo che abbaia alla luna torna drammaticamente di attualità. Difatti civonline.it riporta le dichiarazioni del titolare dell'impresa che ha in appalto i lavori, cito testualmente l'articolo: «E’ stata fatta una consegna dei lavori sotto riserva di legge e in via di urgenza il 5 dicembre – racconta Giuseppe Cacciapuoti – e questo perché l’amministrazione comunale ha voluto iniziare i lavori prima della firma del contratto in quanto aveva delle necessità. Come prevede la legge in materia, l’amministrazione, dopo aver fatto iniziare i lavori, ha 60 giorni di tempo per sottoscrivere il contratto con l’impresa. Qualora questo non avvenisse, la società ha tutto il diritto di contestare la mancanza del Comune e dunque fermare il cantiere e chiedere il rimborso dei lavori fatti fino al momento della chiusura del cantiere. Noi abbiamo sollecitato più volte al Comune a porre la firma sul contratto, ma visto che da allora sono passati circa 80 giorni, io ho deciso di bloccare i lavori».

«La legge sugli appalti pubblici – continua il titolare dell’impresa - prevede che la ditta possa chiedere un anticipo del venti per cento del costo dell’intera opera, solo dopo aver firmato. Noi invece abbiamo atteso i termini previsti, ma quando abbiamo ravvisato che stavano mandando per le lunghe la firma, c’è stata la decisione di fermarci. Il Comune da parte sua ha trovato giustificazioni di carattere amministrativo, come ad esempio che la consegna dei lavori doveva essere firmata dal Responsabile Unico del Procedimento di cui non si sapeva il nome. Inoltre abbiamo avuto problematiche tecniche operative riscontrate nel corso dei lavori, vedi la mancanza di acqua, oppure che durante i lavori ci sono state notificate delle ordinanze della Polizia Municipale che dovevamo lavorare in tratti giornalieri di 50 o 60 metri invece dei duecento previsti, avevo dato delle indicazioni per risolvere il problema di come intervenire nella parte dei marciapiedi interessata dalle attività commerciali, ma mi sono state sempre bocciate. Tutte questioni che mi hanno indotto a chiudere il cantiere».

Cacciapuoti però avverte il Comune. «Finché non ci viene pagato il dovuto, in questo cantiere non entra nessuno». Come a dire, l’amministrazione comunale non pensi di liberarsi di me senza aver pagato i lavori già fatti e dare l’appalto ad un’altra ditta. «Noi siamo trenta anni che lavoriamo in questo settore – conclude Cacciapuoti - e vogliamo fare bene i lavori perché siamo di Civitavecchia e ci mettiamo la faccia. Però quando si va a trattare con amministrazioni che non rispettano i patti, allora ci vediamo costretti a passi di questo tipo». FONTE CIVONLINE.IT

Quanto dichiara il titolare dell'impresa apre un fronte piuttosto ampio, già perchè se il tutto avviene sotto riserva di legge e in via di urgenza, l'aministrazione mi deve spiegare quale accidenti era questa urgenza? e adesso che succederà? Dovremmo rivedere il teatrino della chiamata alle armi della seconda ditta? E poi sorbirci di nuovo tutto il corollario e le dichiarazioni su quanto sia meschina la burocrazia? La verità è molto più semplice secondo me. Siamo di fronte all'ennesimo cantiere che rimane aperto, solo che stavolta in pieno centro città. I materiali di risulta dei lavori fin queì effettuati sono stati stipati presso l'ex fungo e tra poco c'è anche la festa del patrono. Ma il danno vero! oltre al pastrocchio sotto gli occhi di tutti è quello arrecato ai commercianti che si trovano il loro negozio in una condizione operativa quanto meno difficoltosa. Proprio a questo proposito vorrei dire agli amici commercianti di Santa Marinella che dopo essermi informato c'è la possibilità di citare il comune in giudizio per i danni arrecati alle loro imprese commerciali. Per tanto se gli esercenti della nostra cittadina volessero intraprendere questa strada, lo possono fare tranquillamente Credo sia arrivato il momento che ci si difenda da tutto questo modo di fare assurdo. Che i commercianti si facciano sentire. Non perseguite la via di chiamare il consigliere amico o interpellare qualcuno dell'amministrazione per pietire notizie su quando si risolverà il disagio. Andate diritti al punto e fate valere i vostri sacrosanti diritti. Una bella CLASS ACTION dei commercianti. Più commercianti partecipano, minore sarà la cifra da spendere. Qualora lo vogliate mi metto a disposizione per darvi tutte le indicazioni. Potete contattarmi scrivendo ad Magari a tal proposito cercherò di organizzare un incontro con tutti i commercianti che volessero partecipare per capire  come ci si possa muovere, ovviamente il tutto coadiuvato da esperti che possano dare tutti i ragguagli necessari. Ma voi! voi commercianti organizzatevi. Ripeto il mio contatto  per quel che posso fare, disponibile a dare un mano. 

Ultima modifica ilVenerdì, 03 Febbraio 2017 15:42
Altro in questa categoria: « DANZERO apre le iscrizioni
Partly Cloudy

13°C

Santa Marinella

Partly Cloudy

Humidity: 31%

Wind: 20.92 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 7°C
  • Mostly Sunny
    25 Mar 2016 14°C 8°C

Questo sito utilizza i cookie's a fini statistici. Secondo la normativa Europea puoi decidere se accettare o meno i cookie's. Privacy