Log in

A+ A A-

Crisi profonda nelle due Sante, la politica parli chiaro

Ora Basta! L'immagine di questo articolo riprende una frasettina molto in voga di questi tempi YES MAY BE NO. Siamo arrivati ad un livello paradossale dove la politica applica la negazione dell'evidenza. Già, un vecchio adagio dice: "Negare sempre, anche davanti all'evidenza" Regoletta applicata dal Delegato al bilancio Emanuele Minghella.

Ho avuto su Facebook uno scambio di Idee proprio con lui, ho posto delle domande ma haimè non ho avuto risposte.

 

  • Perchè il comune non è rimasto in tarsu?
  • Perchè non si recuperano i soldi evasi con le false residenze?
  • Perchè non si chiarisce la vicenda Medio Tirreno?

Lasciando stare gli ultimi due punti, concentriamoci sul primo che TRISTEMENTE pesa sulle nostre tasche. Il nostro comune aveva tutte le carte in regola per rimanere in Tarsu facendo risparmiare ai cittadini un bel gruzzoletto, in questi momenti molto delicati per le finanze di tutti noi, tale possibilità era garantita dalla legge dello stato 124 del 2013, certo il comune avrebbe dovuto poi coprire la percentuale rimasta scoperta con la fiscalità generale del comune stesso. E come poteva dal momento che ci sono circa 600mila euro di debiti fuori bilancio e solo di gesam abbiamo impegnato per l'intero contratto 16 milioni di euro che equivale alle tasse versate da tutti noi in un anno?

Ma andiamo per gradi! il soldi che il nostro comune amministra sono stabili come le pendici dell'Etna, Abbiamo già ricevuto la batosta che ha condannato il comune a pagare le quote pregresse per il consorzio medio tirreno, consorzio nel quale il comune sarebbe uscito, peccato che il delegato continuava ad andare alle riunioni, ha anche approvato il bilancio e mai è stata data comunicazione ufficiale  e quindi ora bisogna pagare più o meno 500mila euro. Ovviamente questo pesa sulle casse comunali, che oltre questa tegola deve anche fare i conti con i numerosissimi contributi dati alle miriadi di associazioni per eventi di ogni tipo. La tanto decantata pista di pattinaggio è costata quasi 30mila euro!

Quindi per farla breve e non dilungarci oltre servono soldi, ecco perchè il comune è andato verso la TARES e non è rimasto in Tarsu. Inoltre si è ripetuto il grossolano errore dei bolettini errati, vi ricordate il famoso 31 novembre? Ecco il tutto si è ripetuto con i nuovi bollettini della TOSAP. Quindi si presume una riemissione di nuovi bollettini con un ulteriore carico di spesa per noi, già perchè come tutte le altre cose anche queste hanno un costo per la collettività. Nel mentre il tessuto economico-produttivo è al collasso. Non abbiamo imprese o industrie o per lo meno ne abbiamo pochissime, e quelle poche che ci sono agonizzano. I commercianti e gli operatori turistici sono al collasso, spremuti come limoni. In tutto questo ritroviamo ancora oggi dopo 6 anni l'irpef comunale che si era detta misura temporanea. La situazione volge verso una paralisi di proporzioni preoccupanti. Nel mentre si continuano a fare proclami, inneggiare ad opere pubbliche, etc.. etc.. e non si capisce che quello di cui veramente ha bisogno la città è di misure urgenti volte a favorire la creazione di condizioni di sviluppo economico IMMEDIATE!

Ecco perchè rilanciamo da queste pagine la proposta del recupero fiscale evaso sulle false residenze. Infatti è arci noto come in città vi siano innumerevoli residenze fittizie, unicamente con lo scopo di pagare meno tasse. Invece di sanare queste posizioni di illegalità incassando il dovuto e quindi riparando un danno erariale consistente per noi tutti, si preferisce ridurre le tasse sulle seconde case, facendo ricadere le necessità finanziarie su altri aspetti.

Un danno al turismo la nostra proposta? Assolutamente NO! altri comuni a forte vocazione turistica hanno effettuato questa operazione, basta usare google per avere tutti i dettagli. Quindi non ci inventiamo proprio nulla, ma altro non facciamo che COPIARE spudoratamente casi di successo. Per tanto è arrivato il momento che questa amministrazione si assuma le proprie responsabilità verso i cittadini e non si nasconda dietro i paradossi o le frasi di convenienza. La politica deve parlare chiaro, in modo trasparente e sopra tutto deve avere il coraggio di dire le cose come stanno. Si continua invece, con un modo di porsi talmente vetusto che i dinosauri ci ridono dietro e ci dicono (COME SIETE ANTICHI) Dove sta la modernizzazione della macchina amministrativa? Dove sono le condizioni nuove e produttive annunciate da 6 anni a questa parte.

Siamo al milione di posti di lavoro? al vi abbasso le tasse ve le levo proprio? etc.. etc..

No cari amici! non è così che può andare avanti,  sul tavolo questa amministrazione ha messo

  • Tasse (sempre più pesanti)
  • Acqua (errori madornali)
  • Porto (Sigh! Sob! regalato dalle passate giunte alla Porto Romano ed ora seguendo quel perfetto stile si conitnua)

E ci fermiamo a questi tre punti che tratteremo nei prossimi giorni nello specifico. Sta di fatto che quel che rimane sul piatto sono tasse, tasse, tasse, a poco servono le belle parole ed i proclami quando apri una lettere e dentro trovi scritto HAI DA PAGA'!

Partly Cloudy

13°C

Santa Marinella

Partly Cloudy

Humidity: 31%

Wind: 20.92 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 7°C
  • Mostly Sunny
    25 Mar 2016 14°C 8°C

Questo sito utilizza i cookie's a fini statistici. Secondo la normativa Europea puoi decidere se accettare o meno i cookie's. Privacy