Log in

A+ A A-

I redditi delle due Sante! sempre più povere

Cari Lettori, buongiorno. Chi ci legge assiduamente sa quante e quante volte abbiamo scritto di come questo governo cittadino al suo secondo mandato si impegni più in azioni volte a propagandare l'immagine dei suoi componenti piuttosto che pensare allo sviluppo economico della città. I numerosi proclami che oramai si succedono di settimana in settimana suonano veramente sgradevoli alle orecchie dei cittadini.

E dopo lo scarica barile e le balbettanti giustificazioni relative alla TARES, al guazzabuglio della differenziata ed al surreale problema del consorzio medio tirreno, nulla sembra muoversi per creare occupazione e ricchezza. Purtroppo però, al di la dei proclami e delle belle parole, calano impietosi i numeri. Quei numeri che sono si, odiati, ma ci sono da prezioso supporto per capire la realtà dei fatti. Quei numeri UFFICIALI che provengono da fonti ISTAT e quindi certificati ed approvati. Se ci seguirete in questo articolo, si lungo, ma speriamo esaustivo potrete farvi un idea come è accaduto a noi di come stanno andando le cose.

 

I dati ISTAT riportano i dati finanziari della nostra città divisa per fasce, partono dai mille euro per arrivare oltre i cento mila euro. Quindi, in questi anni di amministrazione cerchiamo di vedere come è stato l'andamento finanziario della città. Certo non stiamo dicendo che è tutta colpa di questa amministrazione, la crisi non è certo responsabilità che cade sulle loro spalle. Ma il nulla di fatto per incrementare lo sviluppo, quella si che è una grave, gravissima responsabilità di questa amministrazione. Questo primo articolo prende in esame i redditi, quello che seguirà farà luce sulla disoccupazione.

Gli anni presi in esame sono quelli che intercorrono tra il 2005 ed il 2011 dati FINALI E UFFICIALI AD OGGI REPERIBILI IN RETE

Iniziamo con la fascia che va da 0 euro fino a 1000 euro

Come si può notare ci aggiravamo al 2011 poco sopra le 200 unità. Questo vuol dire che nel 2005 poco più di 50 cittadini dichiaravano di percepire fino a mille euro anno. Si noti però come dal 2006 al 2007 questo numero inizi una corsa sfrenato verso l'alto, fino a sfondare i 200 dichiaranti. Alziamo un pochino il tiro e andiamo a vedere la fascia di reddito compresa tra i 1000 ed i 2000 euro

Come si può notare si parte dalle circa 80 unità del 2005 per salire in un continuo crescendo fino a sfondare le 180 unità dichiaranti, tenete presente che ritrovare mille euro in questo grafico come in quello sovra stante vuol dire da 1001euro fino a 2000. Anche quì si nota come coloro che dichiarino tali redditi siano in crescita esponenziale.

 

Adesso arriva il bello, già, perchè andiamo a visionare la fascia che oscilla tra i 2000 ed i 3000 euro.  Cosa accade? GUARDATE UN PO'!

La parabola va in crescendo e poi inizia a scendere, questo è un dato positivo perchè vuol dire che meno persone percepiscono tra i 2 e i 3 mila euro anno. Ovviamente la speranza è che questa parabola discendente si sposti in una fascia che guadagna di più. Lo vedremo andando avanti.

E dopo che succede?

Accade che si ripete il triste andamento della fascia precedente, la parabola è discendente e quindi in un trend positivo ma le sue variazioni si contano sulla punta delle dieci dita.

 

Arriviamo ora a chi è collocato fino a 5000 euroQuì le cose vanno un tantino meglio, la variazione di circa 100 unità.  Parliamo di redditi non dimenticatelo, non di stipendi.

Andiamo avanti, fino a 6000 euro.In questo caso il risultato è decisamente buono perchè ci mostra come molte persone che nel 2008 vivevano con una cifra esigua si siano abbassate diremmo quasi dimezzate. Quindi? BRAVI? Andiamo avanti e vediamo cosa accade nelle fasce più alte. 

 

Arriviamo quindi alla fascia che ci porta fino ai 7.500 euro anno. Ed ecco che l'andamento che precedentemente vedeva delle diminuzioni positive quì inizia a far sentire i primi scricchioli. Infatti, dopo un rialzo tra il 2009 ed il 2010 che è un dato negativo perchè sta a significare che le persone che vivevano con 6000 - 7500 euro anno aumentavano, vede una leggera discesa. Ma ovviamente parliamo ancora delle fasce più bisognose di popolazione. E per lo più sono persone che non sono più produttive nel mondo del lavoro, cioè poveri pensionati, il decremento mostrato su questo grafico e sui precedenti è a dir poco esplicativo.

 

 

 Saltiamo quindi alla fascia di reddito che arriva fino a 10.000 euro. Quindi ci si avvicina sempre più alla generazione 1000 euro mese o se preferite 12.000 euro anno.

 Si riesce chiaramente a vedere che le persone dichiaranti fino a 10.000 euro anno tra il 2009 ed il 2010 hanno avuto un incremento miserevole di solo 40 unità per poi scendere di nuovo. Non vogliamo nemmeno commentare gli anni precedenti, quel picco verso il basso parla da solo. Andiamo avanti nella speranza di ritrovare numeri migliori nelle fasce di reddito più alte.

 

Ed eccoci alla GENERAZIONE MILLE EURO!!!! quindi entriamo nel vivo della discussione, abbiamo sperato che i decrementi delle fasce a dir poco in difficoltà li potessimo ritrovare almeno in questa fascia ed invece......

Il picco verso il basso è una preoccupante costante che lascia facilmente intuire come in questa fascia ci si trovi di fronte ad una situazione drammatica, si fa preso a capire che questo dato si relaziona drammaticamente con la disoccupazione (come gli altri d'altronde) ma quì si collocano per lo più le fasce di età più giovani.

Anche quì la tendenza è drammatica, ma non scoraggiamoci perchè nel successivo grafico avremo finalmente un dato POSITIVO. Poi ogni lettore potrà fare le proprie valutazioni relativamente al grafico successivo rispetto a tutti gli altri già visti.

Quindi andiamo a visionarlo

Eccoci finalmente ad un reddito TIPO. Si perchè più o meno è quello che si porta a casa in media. Finalmente un dato positivo, dal 2008 al 2011 abbiamo avuto un incremento di mmm quanto? haaa si 50 unità più o meno. Questo vuol dire che poco meno di 1600 persone vivono con un reddito che gira tra i 20 ed i 26mila euro anno. Siamo quindi tra l'incudine ed il martello, cioè coloro che sbattono la testa per arrivare a fine mese. Se a questo dato sommiamo tutti quelli sopra indicati dire che vengono i brividi e poco.

Andiamo avanti a commentiamo la fascia tra i 26mila ed i 33.5

Come dicevano i nostri vecchi? NUN SE MOVE NA PAJA! Piccole variazioni, ma di fatto si indica che in linea di massima chi aveva un lavoro se lo è tenuto ben stretto. Anche se una leggera flessione tra il 2009 ed il 2010 è avvenuta. Ma se tra questo grafico ed il precedente le migliorie sono minimali, tutte quelle persone indicate nei precedenti grafici che cosa fanno? O hanno vinto la lotteria e quindi le ritroveremo nelle fasce più alte, oppure!!!! muoiono di fame!. VERIFICHIAMO

 

Fascia da 33.5 a 40.000 quindi andiamo a visionare quelli che se la passano un pochino meglio degli altri.

Fiuuuuu una piccola boccata di ossigeno. Nelle due sante la seconda fascia di reddito standard (chiamiamola così, passateci il termine) è in crescita. Poco meno di 100 persone dal 2009 al 2011 hanno aumentato questa fascia di reddito. Rimane sempre da capire dove sono tutte quelle anime prima citate. E se la fascia successiva fosse in calo? Allora questo grafico quì sopra sarebbe decisamente negativo

E quì si chiude il cerchio. Ora andremo a visionare i soggetti il reddito gira sopra queste cifre viste fino ad ora, ed ecco che si crea uno spaccato preoccupante, una netta linea di demarcazione tra i cittadini che mostrerà come sia preoccupante la situazione reddituale nella nostra città.

FASCIA DAI 40 AI 50 mila euro

Chissà perchè non ci sorprendiamo neanche un pochino. Si vede nel grafico una lieve flessione che lascia di fatto immutato il quadro. Ovviamente questa flessione di circa 100 unità fa scopa con l'aumento visibile nel grafico precedente. Quindi leggendo i grafici in modo corretto, non è che la fascia precedente si è arricchita ma bensì è salita in virtù di un impoverimento di QUESTA fascia! che ora guadagnando meno rientra in quella che la precede.

 

Ed ora passiamo ai "benestanti" ovviamente tra virgolette. Insomma a chi se la passa meno peggio degli altri con un reddito tra i 50 ed i 60 mila euro anno, andiamo a scoprire la situazione.

TA DA!!!!!!!!! applausi per noi. Una crescita che passa da circa 180 soggetti per arrivare a 280 più o meno. Quindi un incremento fattivo di 100 cittadini che hanno un reddito niente male. SI!!! ma sono 280 su 20.000 residenti, purtroppo non abbiamo modo di incrociare questi dati con quelli delle residenze, stiamo cercando di reperire dei dati, ma la legge sulla privacy ci impedisce di farlo. Sarebbe stato MERAVIGLIOSO vedere quanti di questi risiedono VERAMENTE NELLE DUE SANTE! che bello che sarebbe andare a pizzicare potenziali evasioni erariali in merito alla questione.

 

Ed ora i paperetti

A seguire i PAPEROTTI

E PER FINIRE I PAPERONI!!!!!!!

Ecco quà!!!!! il vero incremento!!!!!! perchè questi ultimi tre li abbiamo messi insieme? SEMPLICE per mostrare facendola breve, come chi era ricco è sempre più ricco chi era povero è sempre più povero e chi bene o male riesce a campare, fa sempre più fatica e scivola verso il basso. Questi dati sono purtroppo impietosi ma è giusto che vengano divulgati perchè i cittadini devono sapere cosa sta accadendo al nostro tessuto produttivo. Perchè la redditività di una comunità è la diretta conseguenza della sua capacità di produrre reddito. Tutto il resto sono chiacchiere da campagna elettorale. CARTA CANTA!!!!!!!! La drammatica situazione presente nella nostra città mostra come questa amministrazione sia stata totalemnte incapace di produrre una politica economica operosa e vincente, altresì ha preferito concentrarsi su aspetti neanche tanto ben riusciti di presunta animazione turistica, quando per arrivare a visitare una notte bianca dovevi farti largo tra cumuli di monnezza lungo tutta l'aurelia. Non ci si vengano a raccontare favolette, le chiacchiere stanno a zero, serve agire e anche di corsa. Lo faranno? Ne saranno capaci? Ed ora i cittadini cosa penseranno di come realmente stanno le cose. Impareremo quanto è importante il nostro voto e che non va concesso con tanta leggerezza in nome di promesse e proclami? Che dire cari amici, così stanno le cose.

Partly Cloudy

13°C

Santa Marinella

Partly Cloudy

Humidity: 31%

Wind: 20.92 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 7°C
  • Mostly Sunny
    25 Mar 2016 14°C 8°C

Questo sito utilizza i cookie's a fini statistici. Secondo la normativa Europea puoi decidere se accettare o meno i cookie's. Privacy