Log in

A+ A A-

Accordo Enel - Comune di Civitavecchia, PLEASE Serietà innanzi tutto

Oggi leggo di una proposta dell'opposizione in merito al preliminare di accordo firmato dall'amministrazione comunale di Civitavecchia per quel che concerne gli indennizzi o compensazione o chiamateli come volete, ma trattasi di SOLDI che Enel corrisponde al comune di Civitavecchia ed elargisce anche ai comuni limitrofi. Io non ho mai letto tante castronerie tutte insieme, ne mi sono mai incavolato così tanto vedendo un apparente mobilitazione che altro non fa che mantenere lo status quo in una situazione che è sempre più drammatica e vede morti e malati in aumento di giorno in giorno. Vi riporto i punti della proposta dell'opposizione per modificare l'accordo in essere. Ricordiamo che l'accordo con Enel del 2015 nasce da controversie legate al precedente accordo datato 2008. Ma andiamo con ordine.

 

Prendo come fonte quanto scritto da TRC e vediamo di far chiarezza una volta per tutte, fosse solo perchè MI SONO ROTTO I COSI DETTI, si parla della nostra pelle e voglio e pretendo serietà. Non posso credere che chi fa politica al di la dello schieramento di appartenenza non conosca i dettagli. Quindi la proposta cosa dice: Ecco quà, in corsivo il testo ed in calce come stanno le cose.

Si parla di un importo forfettario ed omnicomprensivo di 140.300.000 di euro che l'azienda riconosce al Comune in considerazione: dei disagi connessi al perdurare dell'impatto logistico del cantiere della centrale di Torrevaldaliga Nord oltre il termine originariamente previsto;

E va bene!

per la mancata promozione di energia da fonte eolica;

Una cosa di questo tipo è veramente ridicola da scrivere, perchè? Perchè il parco eolico originario doveva fornire 200megawatt di Eolico, ma questa quota di energia non andava mica a diminuire la produzione della centrale e quindi bruciare meno carbone? No! No! il parco eolico lo avrebbero fatto ma la centrale avrebbe continuato a produrre a pieno regime. E con questo un pezzo è fuori, inoltre c'è da dire che il parco Eolico doveva essere REMUNERATIVO per Enel. Cioè Enel ci doveva guadagnare, ed al comune sarebbe andata una percentuale di questi guadagni. In sintesi una joint tra pubblico e privato e doveva essere fatto sul territorio di Civitavecchia. C'è anche da dire che in quel tempo "cioè 2008" erano in essere parecchie agevolazioni fiscali che avrebbero permesso di ammortizzare un investimento importante usando soldi pubblici. Ancora! perchè non ho mica finito di sputar veleno su queste sciocchezze. Basta informarsi un po in rete per capire che un parco eolico veramente produttivo ha bisogno di una media vento identificabile con coefficiente 7 mentre nella nostra zona la media è 5. Quindi? Quindi il parco eolico anche se non produttivo andava bene, perchè si prendevano soldi pubblici, insomma una cosa inutile per l'abbatimento dell'inquinamento, ma utile perchè pagata in buona parte con i nostri soldi, tradotto, una SOLA a noi CITTADINI. E per concludere, era il comune di Civitavecchia che doveva indicare dove avrebbe dovuto essere realizzato il p arco eolico, questo sembra non essere mai avvenuto, per tanto l'allora giunta capitanata da Moscherini è stata inadempiente. Vuoi per le problematiche di vincoli ambientali etc.. vuoi per quello che volete voi. Ma la vera cosa che fa sbellicare dalle risate è che questo accordo è stato fatto nel 2008 ma a fronte delle cose che hanno firmato non sembra esistere uno straccio di studio di fattibilità. Quindi mi domando e vi domando, chi fa un accordo non sapendo se questo è realizzabile? Vuoi prima di firmare, verificare se quanto scrivi è applicabile? Per cui? Per cui l'accordo del 2008 per come la vedo io è assolutamente da annullare e renderlo carta straccia. Ora dal momento che l'accordo del 2015 è redatto a fronte delle controversie del 2008 va annullato anche quest'ultimo perchè si basa su vera e propria FUFFA. Le parti si dovrebbero sedere e iniziare ex novo le trattative. Quello che ci sarebbe da capire ben bene però! è che i comuni interessati dovrebbero PRETENDERE di sedere al tavolo insieme al Sindaco Cozzolino ed Enel. Questo affinchè si crei un tavolo dove ci sono i Sindaci di Civitavecchia, Ladispoli, Cerveteri, Santa Marinella, Tolfa, Allumiere, Tarquina. E dall'altra parte Enel. Il potere contrattuale sarebbe decisamente più elevato. I nostri amministratori dovrebbero pretendere uno studio di fattibilità per energie alternative ed imporre che la produzione di energia da fonti rinnovabili vada a decurtare i megaW prodotti dalla centrale. Quanto fa la centrale 660Mw? SI, ok quanto fa l'impianto di energia alternativa 200Mw? Si, Ok da domani tu non produci più 600 ma 400. Così bruci meno carbone e ci permetti di respirare meglio, poco importa poi dove si fa, con tutti questi comuni non troviamo un posto dove fare? NON CI CREDO!

dei ritardi nell'adempimento delle prescrizioni autorizzative; della mancata realizzazione del porticciolo turistico; della mancata realizzazione della pista ciclabile e delle altre opere di infrastrutturazione previste per la pubblica fruizione del parco serbatoi e a titolo di compensazione socio-economica per la mancata fruibilità del medismo; della mancata realizzazione del parco eolico previsto nell'accordo del 2008 con Enel che verserà annualmente per tutta la durata della convenzione un importo di 2 milioni di euro a titolo di contributo per la mancata percezione delle royalties correlate all'investimento; del mutato regime fiscale, con il passaggio da Ici a Imu, Enel verserà annualmente per tutta la durata della convenzione un importo di 4 milioni di euro a titolo di contributo aggiuntivo a quanto effettivamente percepito dal Comune annualmente da parte dell'azienda a titolo di Imu o di diversa imposta sulla proprietà o il possesso degli immobili, realitivamente all'impianto di Tvn, che dovesse essere introdotta da future modifiche della normativa.

Sul discorso Ici Imu lo trovo corretto e sono assolutamente convinto che se il comune citasse in giudizio Enel magari ci mette 10 anni ma questa causa la vincerebbe.

Questi 140.300.000 euro comprendono i 24 milioni di euro da Enel al Comune su espressa richiesta di Palazzo del Pincio per esigenze improrogabili di carattere socio-economico e per manifestazioni sportive e culturali. Il resto, ovvero 116.300.000 euro, verrà corrisposto per 21.300.000 euro durante il 2016 ed il resto, ovvero 95.000.000 euro, in quote annuali costanti nel periodo 2017-2034.

Ecco fatto! da qualche parte in queste scritte in BLU che sono poi quanto riportato da TRC qualcuno legge la PAROLA PREVENZIONE? No!


La proposta della minoranza entra anche nel dettaglio dell'alternativa al parco eolico, avanzando una serie di soluzioni che portino Civitavecchia a diventare una città modello, progetti impostati da Comune, Autorità Portuale ed Enel come: lo spostamento del depuratore da Fiumaretta a Parco Nafta; l'utilizzo del calore refluo della centrale per lo sviluppo del polo agroalimentare a Pantano; il progetto smart city a partire dai nuovi quartieri Peep in via Terme di Traiano puntando all'efficienza energetica per cittadini ed imprese o alla mobilità elettrica solo per citare due casi;

Quì divento una iena! Spostiamo il depuratore! Che ovviamente diminuisce l'impatto inquinante se viene spostato, vero?  Utilizziamo il calore Refluo per lo sviluppo del polo alimentare, che tanto l'inquinamento è solo quello delle polveri sottili, invece non ci sono agenti cancerogeni allo stato volatile! no!!!!! certo che no! Il progetto smart cityì! Già ora tutti si riempiono la bocca con questo termine Smart City! ma sono certo che se avessi davanti uno solo di loro e mi mettessi a parlare di Smart City! non saprebbero che pesci prendere. Allora andatevi a vedere le applicazioni per le smart city che abbiamo realizzato e messo on line su questo sito. Dove Sono? C'è il menù in alto!!!! SVEGLIATEVI!

la promozione di nuovi insediamenti industriali per lavorazione in loco di ceneri e gessi residui della combustione; trattamento delle acque reflue del depuratore per usi industriali; creazione di parchi pubblici per opere compensative; localizzazione sul territorio di imprese start-up, accordo su limitazione dei cosiddetti massimi ribassi nelle gare Enel;

Gli spot! cavolo SIAMO AGLI SPOT! me la fai alta 1.98 che porti una bella quinta piena, con gli acchi azzurri, bionda! labbra carnose e per favore che si chiami Barbie!

produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili mediante un programma di adeguamenti strutturali, installazione di impianti fotovoltaici o impianti di efficientamento energetico sugli edifici pubblici comunali con Enel che provvederà alle installazioni con proprie società e il Comune che dinveterà proprietario della produzione; efficientamente energetico degli impianti di pubblica illuminazione e della viabilità di proprietà del Comune attraverso il rinnovo degli impianti esistenti con l'utilizzo di corpi illuminanti con sistemi a Led o vapori di sodio e sistemi di regolazione dell'illuminazione in funzione degli orari o delle necessità della collettività con Enel che provvederà alle attività di progettazione e realizzazione degli impianti attraverso società del suo gruppo.

Quali? mi dovete dire quali fonti alternative? Il vostro decantato fotovoltaico? Perchè? perchè ancora ci stanno 4 spicci di sgravi fiscali? Ma lo sapete che in media un fotovoltaico gira in produzione al 16% mentre quelli di ultima generazione girano al 21%? Già ma voi volete metterli sui palazzi comunali. Ma per cortesia? Guardate alle eccellenze locali e sopra tutto non proponete che l'energia ricavata dalle fonti rinnovabili vada a decurtare la produzione a carbone! no, no!!! non sia mai che respiriamo melgio. Grrrr mi fermo qu' che altrimenti scrivo un trattato.


Nella proposta della minoranza c'è spazio anche per la richiesta di attuare una serie di indicazioni sanitarie ed ambientali come: trasmissione al Comune dei dati delle emissioni in continuo dai camini;

Certo! mettiamo dei sensori, facciamo una VPN (Virtual Private Network) che mandi costantemente un flusso ad una centrale che sistematicamente ed h24 controlla i dati, per cortesia!!!! per CORTESIA!!!!!

istituzione del presidio medico-sanitario; istituzione postazione fissa Ispra-Arpa Lazio alla centrale di Tvn; controllo del livello di radioattività del carbone;

Hemmm Ci sarebbe quella postilla regionale! Si sapete alcuni la chiamano LEGGE! che impone ad Enel di utilizzare carbone a basso tenore di zolfo, per cui questo di per se genera minore radioattività. Ma di farlo rispettare, non se ne parla vero?

realizzazione dello studio di fattibilità per l'installazione e l'implementazione di un sistema di abbattimento del Co al camino; dare corso alla realizzazione della rete deposimetrica per la rilevazione dei microinquinanti organici e inorganici; la cessione dell'area della centrale al Comune dopo la sua chiusura nel 2034 per destinarla a zona industriale, portuale e di servizi.

Ok mi rifiuto di commentare, è fin troppo evidente che non sapete DI COSA STATE PARLANDO! Tralascio l'ultima parte nemmeno la inserisco perche è esclusivamente politica. Ma una cosa ve la voglio dire, non ho letto da nessuna parte, ne in questa proposta ne nell'accordo 2015 firmato dal comune le parole PREVENZIONE, SALUTE, TUMORE, CANCRO, MORTI.

Nessuno, nessuno ne ha parlato, intanto le persone muoiono ed io devo leggere cose che non stanno ne in cielo ne in terra, mentre i nostri figli crepano ammazzati come bestie. Per cui mazzate all'opposizione, mazzate alla maggioranza, mazzate alle amministrazioni delle città vicine a Civitavecchia.

METTETEVI IN TESTA UNA COSA! SE NON INIZIERETE A FARE QUALCOSA DI VERAMENTE SERIO PER RISOLVERE O ALMENO MITIGARE QUESTA SITUAZIONE, UNA MATTINA LAVANDOVI LE MANI VE LE VEDRETE INSPIEGABILMENTE SPORCHE DI SANGUE!

un cittadino molto incazzato! che poi sarei IO me MEDESIMO!

Altro in questa categoria: Nasce Piazza048 Santa Marinella »
Partly Cloudy

13°C

Santa Marinella

Partly Cloudy

Humidity: 31%

Wind: 20.92 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 7°C
  • Mostly Sunny
    25 Mar 2016 14°C 8°C

Questo sito utilizza i cookie's a fini statistici. Secondo la normativa Europea puoi decidere se accettare o meno i cookie's. Privacy